Il miglior gestore gas può essere difficile da trovare tra le centinaia di offerte gas disponibili. È importante affidarsi quindi a dei comparatori per vedere le tariffe disponibili sul mercato, ma dare un’occhiata anche alle opinioni dei clienti attuali o precedenti. Spesso le proposte economiche possono sembrare vantaggiose ma tante compagnie hanno spesso una gestione dei problemi e dei clienti poco professionale o trasparente.

Alcuni siti come Trustpilot raccolgono i commenti e le opinioni su tante società, prodotti e gruppi di tutto il mondo da anni, diventando nel tempo piuttosto affidabile. Per questo motivo cercheremo di capire quale possa essere al momento il miglior gestore gas facendo un vaglio tra le offerte gas più economiche trovate sui comparatori e i voti registrati su Trustpilot.

Le migliori offerte per il gas naturale

Ecco le offerte gas per questo mese di alcune delle compagnie più diffuse sul territorio nazionale, messe in ordine crescente di prezzo.

Le migliori offerte gas* si differenziano in certi casi di parecchi euro al mese. La più conveniente sembra essere quella proposta dalal spagnola Iberdrola; seguono Engie Italia, Enel Energia e Edison. Le offerte più alte risultano per il momento* quelle di Illumia, Volty e Tate. Se vuoi una mano per trovare il miglior gestore gas del momento, o le offerte per il gas metano più convenienti, puoi chiamare il nostro numero verde 800 719 930gratuito e senza nessun impegno commerciale di alcun tipo da parte tua!

*Le offerte sono calcolate per il mese di Ottobre 2021

miglior gestore gas

Come trovare le offerte gas? I comparatori

Il modo migliore per trovare buone offerte gas è guardare i comparatori online confrontando le offerte suggerite. Selezionando le opzioni corrispondenti ai nostri consumi, alla località per cui ci serve la fornitura di metano, alle opzioni di fatturazione, i comparatori sono in grado di fornire molte risposte alla nostra ricerca.

È importante seguire queste procedure perché il costo del metano cambia da zona a zona, a seconda dell’altitudine e della temperatura: al mutare di questi due fattori, cambia anche il volume di gas naturale contenuto in un metro cubo. Con i compratori possiamo quindi trovare il miglior gestore gas della zona in cui ci interessa attivare una fornitura, o in cui la fornitura è già attiva, e verificare quale delle offerte e tariffe per il gas naturale proposte dai diversi fornitori siano effettivamente convenienti per la nostra casa o la nostra attività.

Il miglior gestore gas in Italia secondo Trustpilot

trova il miglior gestore gas su tustpilot

Trustpilot è un sito che raccoglie opinioni e giudizi dei clienti di tante compagnie in tutto il mondo. Ecco i voti dati dagli utenti ai maggiori fornitori di luce e gas presenti in Italia. I voti finali sono espressione generale dei commenti lasciati dagli utenti del sito Trustpilot e non sono decisi dallo staff di Fullo.it. Cliccando sul nome di ogni compagnia è possibile verificare direttamente l’esattezza del dato su Trustpilot, ma la classifica per il miglior gestore gas potrebbe cambiare di mese in mese.

Il miglior gestore gas sembra essere TATE, seguito dalla toscana Volty, dalla veronese AGSM e da Sorgenia. Agli ultimi posti troviamo Acea, Enel Energia e, ultimissima, Hera. Bisogna naturalmente tenere conto del numero dei votanti per ogni gestore, che non sono uguali e anzi variano di molto dall’una all’altro. Inoltre, ricordiamo sempre che i voti e i pareri lasciati su tutti i siti sono opinioni legate a singole esperienze personali.

Il confronto finale: qual è il miglior gestore gas?

Possiamo provare a fare una classifica bilanciata dei migliori gestori per il gas metano, tenendo conto prima di tutto del costo mensile delle offerte gas e poi anche del giudizio espresso dagli utenti. I dati sono ovviamente momentanei e possono cambiare ogni anno o ogni mese.


Il miglior gestore gas del mese è Iren Luce e Gas, con un’offerta molto bassa per il gas domestico rispetto a quasi tutti gli altri fornitori. Il gradimento degli utenti di Trustpilot (3,6 punti su 5) mantiene la compagnia in cima alla nostra classifica, nonostante non sia in cima alla classifica delle preferenze sul portale di recensioni. Al secondo posto abbiamo Sorgenia, con un punteggio leggermente più alto (4,3 punti su 5).

Segue poi Illumia, TATE e la toscana Volty, che con un punteggio su Trustpilot di 4,6 su 5 risulta tra i fornitori gas meglio valutati sul portale. Con circa 107€ e 95€ rispettivamente, Volty ottiene il quinto posto, e Illumia il quarto posto. Nonostante i prezzi piuttosto sostenuti, dovuti alle piccole dimensioni delle tre aziende, non possono essere escluse dalla classifica visti i loro punteggi Trustpilot quasi stellari. Con i 4,6 punti di Volty, i 4 punti di Illumia e i 4,8 di Tate, le tre compagnie sono tra quelle più gradite agli utenti!

Lo stacco delle offerte tra il primo e l’ultimo posto è effettivamente ampio, ma la differenza di punteggio assegnato su Trustpilot è quella che questo mese fa la differenza. Tutte le compagnie, ad esclusione proprio di Iren, hanno un punteggio su Trustpilot che parte dai 4 punti e oltre, venendo quindi giudicate abbastanza buone o eccellenti dai propri clienti. Il prezzo infatti non può mai essere l’unico parametro, come già detto, per definire quale sia il miglior gestore gas. Riteniamo che qualche euro in più al mese sia un buon prezzo da pagare a quelle compagnie che s’impegnano a fornire un buon servizio, trasparente e puntuale, agli utenti.

Gli usi del gas naturale

Nella scelta del miglior gestore gas, come di qualsiasi fornitore di un servizio, è bene ricordarsi sempre cosa effettivamente dobbiamo farci! Nel Portale Offerte ARERA, come in tutti i comparatori di tariffe online o nelle pagine dei fornitori dedicata alla scelta di un’offerta gas, viene sempre richiesto di indicare l’utilizzo che si dovrà fare del gas naturale. Quasi tutti in Italia utilizzano il gas per cucinare, collegando l’impianto ai fornelli o al forno, anche se in questi singoli usi si preferisce spesso fare affidamento sulla classica bombola a GPL, in particolare se si hanno ampi spazi esterni con un barbecue a gas che sarebbe scomodo tenere fermo da una parte.

Scaldabagno a gas

Tuttavia, di fronte ai miglioramenti tecnici di strumenti per il riscaldamento dell’acqua sanitaria, per abbassare la bolletta dell’energia elettrica tanti si spostano verso i nuovi e sempre più convenienti modelli di scaldabagno o scaldino a gas. In questo caso allacciarsi alla rete locale per il gas metano inizia ad avere più senso, soprattutto se si è una famiglia mediamente numerosa e non si vuole rischiare di finire l’acqua calda nel bel mezzo di una doccia!

Esistono naturalmente gli scaldabagno a GPL: la struttura rispetto a un modello per il metano si differenzia solo per pochi pezzi che l’installatore di fiducia monta in base alla fonte di gas utilizzata per alimentare la fiamma. Un modello del genere risulta conveniente per famiglie di massimo due persone che non hanno necessità di riscaldamento a gas in casa. Tuttavia, in altri casi è decisamente più conveniente scegliere un buon modello di scaldabagno a metano che abbia anche una buona portata di litri al minuto (guarda questo breve approfondimento sulla portata dello scaldino a gas).

trova il miglior gestore gas per risparmiare sulla caldaia

La caldaia a gas

Chiunque viva sopra una certa quota e sopra una certa latitudine sa bene che l’inverno non perdona e un riscaldamento quantomeno decente è la più grande conquista che si possa ottenere. In questo caso la caldaia a gas e l’allaccio alla rete metanifera locale sono praticamente d’obbligo, non solo per riscaldarsi seriamente, ma anche per risparmiare sui costi del riscaldamento: costo della materia prima, trasporto e soprattutto funzionalità. Con una caldaia si ha la possibilità di controllare completamente il flusso del gas per il riscaldamento dell’acqua sia per uso sanitario sia per l’utilizzo nei termosifoni, evitando di incorrere negli inconvenienti di una stufetta elettrica, o di un sistema a GPL.

Per non rischiare di ritrovarsi al freddo, quindi, è bene procedere all’attivazione di un contratto per il gas naturale e allacciarsi alla rete locale, cercando la migliore offerta disponibile per il nostro consumo annuo, ma cercando anche di investire in una buona caldaia che riduca al minimo la fisiologica dispersione di energia che avviene durante il riscaldamento dell’acqua. In questo caso una caldaia a condensazione è decisamente un buon investimento, perché in grado di ridurre l’utilizzo del gas utilizzando al massimo il calore prodotto già nelle prime fasi di lavoro.