Il modo migliore per risparmiare sulla luce in casa propria è certamente quello di equilibrare i propri consumi con le nostre reali necessità.

Bisogna valutare, ad esempio, quante vecchie lampadine ci sono ancora nelle stanze principali della casa, o quali elettrodomestici sia arrivato il momento di cambiare, passando a modelli ad alto risparmio energetico. Bisogna inoltre tenere conto degli orari. Se le nostre attività energeticamente più dispendiose (lavatrice, scaldabagno, forno) possono essere spostate a tarda serata o la mattina presto, possiamo puntare ad avere una tariffazione a fascia bioraria classica.

Un’altra possibilità è quella di passare da uno scaldabagno elettrico a uno scaldacqua a gas, meno dispendioso in termini energetici ed economici e, in molti casi, con il vantaggio di occupare poco spazio e scaldare l’acqua istantaneamente.

Possiamo inoltre consultare il Portale Offerte dell’ARERA per trovare tutte le offerte presenti sul Mercato Libero e nel sistema a Maggior Tutela.